capricci a colazione

uno dei motivi per cui sono tornata a san vito. uno dei motivi per cui ci tornerei domani. la colazione con le treccine appena sfornate di questa pasticceria. in mano a una ragazza che ho scoperto essere una forza!

sapete cosa significa svegliarsi la mattina, prepararsi per andare a correre e avere un solo pensiero in testa? cambiare ogni giorno percorso, un giorno fra le mucche, un giorno sul promontorio, un giorno al faro ma la  meta finale eccola: capricci. di nome e di fatto.  posso giurarlo: la treccina appena sfornata, passata nello zucchero, (e finalmente ho scoperto il metodo ufficiale!) gustata sulla panchina fuori dalla pasticceria…non ha paragoni con nulla. se poi ci metti la simpatia delle ragazze, i sorrisi dei ragazzi di bottega e i vassoi carichi di bontà che preparavano per chi partiva…io da sola mi sono fatta preparare 20 pezzi da portare a casa, da gustare per 20 mattine, sperando che il sapore della sicilia rimanga intatto. la temperatura aiuta…e io continuo a sognare.

Pasticceria Capriccio – san vito lo capo – via pier santi mattarella tel 0923 972822 (al telefono se sono molto molto impegnate…rispondono “ricovero?)

colazione, pasticceria capriccio, San Vito lo Capo, treccine cu zuccaro, viaggi

Comments (12)

  • P.s. nel frattempo mi è capitato di andare a vedere Baaria, l’ultimo film di Tornatore: il più bello di sempre.

    Se vuoi conservare i colori della Sicilia del tuo ultimo viaggio non puoi perdetelo…

    • da quanto tempo non vado al cinema…e mi manca così tanto il rito del biglietto, del posto migliore e l’attesa dell’inizio…non posso perderlo. se lo dici tu mi fido.

  • ho visto baaria, un affresco siciliano lungo due ore e mezza e anche più senza uno sbadiglio di noia e con la sorpresa bella di trovare volti noti in personaggi davvero degni di essere conosciuti così

    • come tu riesca a trovare il tempo anche per andare al cinema…in settimana vado anch’io così ne parliamo. ps ti ho sentito cantare ieri sera dalla terrazza di casa in faccende affaccendata, bella compagnia mi avete fatto.

  • ..guardavo e scrutavo, ma tra il pubblico non è spuntato il riccio bruno. ho cantato anche la sera prima a la casa ritrovata la comunità un pò sgaffa di errano, c’erano bimbi e ragazzi bellissimi che abbiamo fatto cantare e mi hanno fatto venire una voglia di aprire casa.hanno bisogno di persone che stiano con loro. una bimba, desirée, non stava ferma un momento e sembrava una presentatrice col microfono, potresti provarla per gli spot per bimbi! è passata un sacco di gente di errano, anche mariano e magari non finisse lì.in ogni caso, in ogni suonata, sia pure di due canzoni sole ce n’è una che c’è e che manda in paradìs..

    • non sapevo della festa nella casa. sabato sono andata a vedere un balletto della mia figlioccia a Reda. prima avevo a cena la mia amica e sua figlia. domenica ero famiglia assente e dopo aver stirato, essermi fatta un bel po’ di bici, mi sono accasata e ho fatto il fattibile. il paradiso è dentro di noi. basta vederlo e sentirlo vero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.