non credete

non credete a un uomo che dice sto arrivando e quindi non buttate la pasta. se dice vengo invece è vero, ma non si parla di pasta

non credete a voi mentre state dicendo ancora una e poi basta. le gallette di pane sono il male

non credete a chi dice che non importa la pioggia se hai il sole dentro. il sole dentro non alza l’ormone

non credete che saltare un allenamento possa non influire sul resto. saltarne uno ci apre la strada per saltarne due…

non credete a chi dice mi manchi e non fa nulla per non fartivici mancare

non credete ai politici di qualsiasi colore quando dicono lo faccio per l’italia, perchè lo stanno facendo per loro (comunque e in ogni caso)

non credete ai papi che predicano l’uguaglianza e il perdono, sono loro che per primi accumulano ricchezze e puntano il dito.

non credete che sia necessario distinguere fra femminicidi e omicidi. sono delitti. senza distinzione di sesso

non credete alle diete. nulla può far dimagrire meglio di voi che vi muovete più di quello che mangiate.

non credete alle critiche cinematografiche che mettono voto 2 a film che a me regalano 8

non credete ai profili linkedin. paroloni e piume di pavone.

non credete al letto che scossa. non sempre è terremoto, a volte è pà che viene a letto alle 4. molto più spesso del terremoto.

non credete a me. che non mi credo neanch’io.

ps

non credete che i giochi, dopo una certa età, siano finiti. diventano solo più grandi.

polisti

padre e figlio

 

bugie, polistil, resistenza, vita

Comments (27)

  • devi essere una gran bella persona… noi donne forse abbiamo una capacità di speranza/tenacia/resistenza ai dolori che non ho mai capito se è un pregio ( sicuro per chi ci sta accanto) o un difetto 8( per noi…)
    è stato un piacere condividere pensieri ed emozioni

  • Sacrosante verità! Oggi purtroppo impera la superficialità, crediamo a tutto quello che sentiamo senza remore, si è perso il senso critico!
    Credo che la vita sia una scoperta continua, che nessuno abbia la verità in tasca e che l’unica cosa che si possa fare sia imparare sempre qualcosa di nuovo e di bello, un pò da tutte le persone che incontriamo sulla via… come ho fatto io oggi qui da te… grazie ad Anna!
    Felice giornata! ^__^ Any

  • oh, allora non sono l’unica a pensare che questo neologismo dei femminicidi sia una strxxxxxta?

    Bellissimo post, bacio e speriamo che rimanga solo pa’ a far tremare il letto

  • dopo la triste raffica di cose da non credere, il “gioco grande” mi risolleva un pò!
    ma io sono anomala anche in questo: non gioco più!
    eppure sarebbe un rimedio contro stress e malumore ma…i giochi di carte mi annoiano, quelli di società mi addormentano!
    ok, gioco alla commessa con nipotina A, o a indovinare i nomi dei puffi nelle figurine (non ne azzecco mai uno e perdo sempre)

    …vorresti dire che quando salti un allenamento su strada, recuperi con la pista della foto?!
    eh, la gente non si finisce mai di conoscere…
    (ma le gallette di pane sono un’altra delle tue invenzioni cucinarie?)

  • 1) non é vero che il sole dentro non alza l´ormone. Con la meditazione, respirazione ed esercizi yoga, per esempio, si modifica la produzione di tutti gli ormoni (melatonina e seretonina comprese, quindi luce e felicitá). Io lo sto provando ed é verissimo! Scusa, questa fa molto saputella, ma ci tenevo. Altrimenti non sarei sopravvissuta sul Baltico, quando in inverno c´é luce (luce??) dalle 11 alle 14 (forse, se non piove). 😉
    2) sta cosa sulle donne e la condivisione e la solitudine odierna é una cosa a cui penso spesso. E che prima o poi tradurró in qualcosa di concreto. Per adesso non so ancora come, ma arriverá. Perché, se da una parte é vero che gli uomini son sempre stati assenti e lontani dai costanti problemi da risolvere che quotidianente ci piovono addosso senza sosta, specie se madri, ma non solo, é pur anche vero che una volta c´era la vicina, la mamma, la zia sapiente, la sorella che lei aveva giá avuto 3 figli e c´era giá passata…oggi siamo tutte chiuse nelle nostre case, e la condivisione che alleggerisce l´anima langue. E non trovo veramente giusto addossare compiti agli uomini, che non son fatti per questo, non ce l´hanno proprio dentro, e poi ci collassano e ci vanno in crisi. Ci vuole di nuovo una comunicazione fisica, faccia a faccia davanti al caffé come mia madre e le sue amiche. Io, da quando son via dall´Italia, ho ritrovato le donne. E forse, pian piano, anche quella che c´é in me.
    Baci (ormai non chiedo piú nemmeno scusa, per quanto mi allungo…é male? ;-))

    • tu mi sei preziosa clà. con quello che pensi e con quello che scrivi. non sono pronta per la meditazione. dovrei ma ancora non posso. pedalo questo sì. ho recuperato.
      invece sono molto molto d’accordo sul recuperare le vicine, le chiacchiere e lasciar stare gli uomini. che faccian gli omini!

  • ah, quindi è previsto che gli uomini tornino a fare gli uomini!
    bene ma….loro, lo sanno?
    una punta di veleno, o almeno di dubbio mi pare d’obbligo, scusate.

    • non fidarti proprio fino in fondo…tieni sempre alta la guardia, cioè, se ti butti a terra io cerco di prenderti, ma poi se ti faccio una promessa e non la mantengo? non tutto dipende dalla nostra volontà! (ma mi sono spiegata?) non credo, appunto.

  • Rieccomi (di già *__*) ho letto il tuo profilo..e ho pensato…lei è moglie da una vita (si è sposata a 20 anni :O) e madre da 22…io che sono lì lì per diventare madre ho tutte queste perplessità…!
    Ce la posso fare -__-”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.