d’albume d’uovo vestita

passo la giornata. nuda o quasi. cospargo i lividi di albume crudo sbattuto e tuorlo d’avanzo, gli scorticoni d’olio d’oliva, ma non so che fare per l’umore.

quando si dice leccarsi le ferite. abbiamo in cucina tutto quello che serve per un pronto soccorso immediato.  l’automedicamento spesso si svolge qui, rimedi della nonna, o meglio, della mamma e delle sotuttologhe del paese mio. nelle storte alla caviglia fai il calzino con l’albume, nelle ferite a pelle viva metti l’olio d’oliva, che fitostimoline migliore non esiste e non si formi giammai la crosta, il miele è disinfettante naturale, per spurgare acqua calda e sale.

e funziona. porca miseria se funziona. anche con le ustioni. c’è una pomata, per le ustioni appunto, che mi fu donata la prima volta dalla nonna della mia amica di studi e di scorribande. mi disse che si tramandava da scottatura a scottatura e solo chi era stato “bollito” aveva il dono di poterla preparare. grazie al cielo c’è una farmacia faentina che dev’essere “dotata” perchè prepara il linimento in vasetti piccini e dal costo irrisorio, ma dal portentoso potere di guarire senza traccia alcuna.

in mancanza, fidatevi, per le scottature (ghiaccio subito,  olio evo in miscela di miele e foglia di edera a coprire. medicare due volte al giorno e cambiare foglia a ogni medicamento.

anni di pentolini a bollir sale han avuto effetto sullo sparso, che ha subito disinfettato la mamma con lo stesso metodo che la mamma usava per lui. e medicandomi soffiava a far passare il calore e la bua. e anche in questo caso non era chiaro su chi fosse il genitore e chi il figlio. (pà stava a guardare, come le stelle)  barretta di orgoglio materno su.

IMG_2931 IMG_2932nelle note a margine mi preme comunicare che il girar nuda per casa non sortisce alcun effetto sull’uomo di casa. devo andare a sbattere più forte contro altro ostacolo la volta prossima. a sua giustificazione ammetto che la gamba sbattuta (con l’uovo) e l’odor di tale preparazione più condimento proprio sensuali non sono…

per approfondire (che non è detto che dobbiate fidarmi di me a pagine chiuse)

albume antinfiammatorio naturale (non lo dicono solo le sotuttologhe)

miele (non lo dico solo io)

olio evo  (è risaputo no?)

acqua e sale (il potere curativo di gabriele zimmerman è un bel testo. ma anche sabine eck ha scritto di)

 

acqua e sale, albume d'uovo, antinfiammatori naturali, automedicazioni, mio figlio, olio di oliva

Comments (9)

  • stavo per scriverti e chiederti come procede la guarigione ma queste foto dicono tutto: che dolore!!! mi dispiace tanto sapere che sei costretta a passare gli ultimi giorni d’estate in questo condizioni, porcaccia la miseria e mannaggia ai ragazzini distratti (o male educati, spesso).
    il tuo ragazzo, invece si dimostra ancora una volta un eccellente figlio, persino in versione assistente sentimental-sanitario!
    per il grande lo sai, funziona come con i sintetici quando usi il ferro troppo caldo: la grinza non la togli più e ad insistere fai peggio.
    da quì il successo delle fibre naturali (quante cazzate ricomincio a dire, sul finir del giorno e dell’agosto sfuggente!).

    però, però…chissà se per domenica sarai abbastanza in forma da salire su un treno e scendere al mare? anche la talasso terapia può far miracoli, tu lo sai bene.
    nel caso fammi sapere che vengo con la barella!
    un bacio cara, sperando di vederti presto.

  • Ma, Silvia, mi fai preoccupare!!!
    Che bello lo sparso che si prende cura di te…..
    Mi sehno tutte le indicazioni per le ustioni, che sono capace di farmi anche semplicemente stando a casa, e ti mando un bacio grande grande.

    PS: le farmacie di Faenza sono speciali, vendono unguenti e polverine per torte magici 🙂

  • Caspiterina. E io che avevo cominciato il post a luci rosse pensando a chissà quali interessnti sviluppi.
    E invece.
    Caspiterina (non mi lamenterò più dei graffioni dei gattini che sssivolando dal grembo si arpionano alle mie cosce).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.