gennaio è una zuppa

o meglio una cremina densa, una ciotola bollente, un modo per star leggeri, consumare tutto delle verdure invernali e bere per dimenticare un mese che non mi passa mai.

a capodanno ho cenato, fra le altre cose, con la zuppa della mia amica claudia: zucca, zenzero e chips di cocco. una rivelazione. e un ritrovare l’intento di riprodurre l’altra cremina che avevo provato in primavera, dell’amico marco: carote e zenzero, se ben ricordo.

allora ho preso le carote della cassetta siciliana, ho messo da parte le barbe per un’altra zuppa, le ho pelate, tagliate a rondelline e gettate su un soffritto di cipolla e aglio, ho aggiunto la radice di zenzero a fettine con la quale mi ero preparate infusi corroboranti e ho coperto di acqua bollente. ho fatto restringere per circa 45′, l’ho frullata con minipimer e poi l’ho somministrata alla juli, poco prima di andare a fare camminata naturale.

basta aggiungere un filo d’olio, piccante o no, una spolverata di parmigiano e mangiarla a cucchiaiate senza neanche respirare, fra le chiacchiere.

fare il bis è un attimo. (la zuppa è molto buonissima, la foto con il mio vecchio cell non rende affatto il gusto)

IMG_0272

alla mia ciotola,  invece del parmigiano, ho aggiunto una cucchiaiata di yogurt greco.

e anche se gennaio è una zuppa spero di continuare a nutrirmi e a nutrire, gli amici.

 

 

crema di carote, primi piatti, viva il piatto unico, zenzero, zuppa, zuppa di carote

Comments (4)

  • lo zenzero nella zuppa! finalmente uno spunto per usare questo tubero che ho conosciuto da poco. finito ieri l’ultimo pezzo per l’intruglio/infuso serale per cercare di smaltire una tosse che mi sta spaccando lo stomaco. stasera passo dall’amica futtivendola e ne faccio scorta e domani…zuppa di zenzero! grazie, cara! (per “barbe” delle carote, intendi le foglie, quelle rimangono fuori dalla terra, immagino. e che ci fai? io ho provato nel minestrone ma hanno un sapore veramente molto deciso che anche in quantità minima sovrastano tutti gli altri…Però mi spiace sempre buttarle)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.