una patata di strada

cucina
si parla di patata e il doppio senso è servito. ma questa volta mi permetto di sottolineare. è partito oggi a bologna, a palazzo re enzo “lo street food della patata” ovvero  food truck e piatti da asporto: si va dalla patata tornado, al puré al tartufo, fino alla patata ai tre Sali: di Cervia, Himalaya […]

si parla di patata e il doppio senso è servito. ma questa volta mi permetto di sottolineare.

è partito oggi a bologna, a palazzo re enzo “lo street food della patata” ovvero  food truck e piatti da asporto: si va dalla patata tornado, al puré al tartufo, fino alla patata ai tre Sali: di Cervia, Himalaya e affumicato. è questo l’evento conclusivo di patata in bo, il festival ideato da gianluigi veronesi con il supporto di ascom-confcommercio, dedicato alla patata di bologna l’unica che ad ottenere una dop e che ha visto una crescente partecipazione da parte di tutti i ristoratori del comprensorio bolognese. se volete vedere e sapere mettete mi piace alla pagina facebook dell’evento

al galà della patata ho partecipato come rappresentate dell’associazione nazionale food blogger insieme ad altre socie e posso dire con assoluta certezza che i piatti proposti durante la serata erano superlativi. gustati in un hotel di prestigio, con un pubblico in abito da sera, accompagnati da tutto quello che bologna sa offrire, dalle sfogline alla mortadella, dai salumi ai formaggi.

le proposte che ho votato?

pasta e patate aier’ e oggi. ristorante neoclassico
la pasta soffiata su letto di crema di patate con gelee di ciliegino è stata la proposta di oggi
la classica pasta e patate napoletana quella di ieri.
io ho avuto un godino con entrambe, non fatemi scegliere

oggi
aier
aier

crema cotta alla patata di bologna dop con uvetta e pinoli. ristorante posta
in vasocottura. che qualcuno mi aiuti ad avere questa ricetta.

crema di patata
crema di patata

gnocchi di patate dop con ortica di bologna e tartufo davvero. antica trattoria della gigina
buoni a partire dalla semplicità (li ho mangiati senza fotografarli)

 

piatti che avrei voluto votare:

il risotto di patate di bologna dop al profumo di macis del ristorante bentivoglio
il sandwich di gamberi rossi con stracchino, velo di patata lucida dop di bologna con gelee di zucca e wasabi, aglio liofilizzato e polvere di crostacei
i ravioli in doppio di patate con erba cipollina e speck & con funghi porcini
i tortellacci al cuor di patata con intingolo di salsiccia della trattoria buca manzoni
la crema di patate con biscotto di parmigiano e guanciale croccante della trattoria paradisino

ho assaggiato tutto, come fosse un dovere, compresa la mortadella, il parmigiano vacche rosse, il soave, la birra rossa poi mi sono tolta i tacchi, ho infilato le puma e sono andata a prendere un treno che avevano tolto da tempo. per questa volta beati i ritardi trenitalia.

cose che ho imparato durante la serata:

è a bologna la borsa nazionale della patata, quella che serve a determinare i prezzo di vendita in italia –
l’italia non produce abbastanza patate rispetto a quante ne consuma –
la patata non è un alimento povero: la varietà primura coltivata in terreni pedecollinari e di pianura è ricchi di sedimenti alluvionali e potassio.
la patata di bologna ha ottenuto il marchio dop-ptn con la denominazione di patata tipica di Bologna, prodotto tradizionale riconosciuto dal ministero delle politiche agricole con riconoscimento europeo del 24 giugno 2012.
sul palco di patata han parlato praticamente solo uomini.

questa sera io ceno con patate arrosto, forse. o forse lessate. forse. insomma le ho infilate nel versilia e lo scopro dopo.

patata di strada

ps
se non riuscite a venire a Bologna cercate sul sito www.patatainbo.it e troverete gli elenchi completi di tutti i ristoranti aderenti all’iniziativa! 33 grandi chef stellati hanno elaborato un piatto speciale appositamente per l’occasione

pps
sì ero in abito lungo e sneakers. tacchi in borsa e pedalare(che pedalare con i tacchi è molto più sconsigliato che fare la patata di strada).

Commenti (2)

  • food blogger in carriera! brava ad essere sempre pronta al nuovo, non vedo l’ora di saperne di più, ce la faremo a reincontrarci!!?? ma le patate nel versilia come sono venute?? sono molto curiosa e mi servirebbe proprio un modo alternativo al forno. un abbraccio, cara

    • come primo esperimento ni. non erano arrosto come avrei voluto, son rimaste sode, compatte, quasi lessate. avrei voluto una cottura quasi come sotto la cenere, riproverò. le mele cotte invece son venute superbe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.