miseria decorosa

lasciano senza fiato i barboni che dormono alla stazione centrale di Milano. La primavera non è ancora arrivata, oggi facevano 8 gradi e piovigginava. Ho incrociato lo sguardo con coperte logore in miseri giacigli, sono passata oltre con il magone, ma quando tornando in stazione nel pomeriggio ho notato questa scena non ho potuto fare a meno di ritornare sui miei passi e fermare l’attimo.

Poco fa la radio trasmetteva una notizia importante, la maggior parte delle popolazioni del mondo è afflitta da un problema grave, la cellulite. Sicuramente è questo l’incubo nel quale vive costui.

barboni, le mie ricette, mendicanti, povertà

Comments (5)

  • Io vedo questa situazione ogni giorno sotto casa e poi di nuovo nella viuzza davanti all’asilo. Sottocasa, ormai da oltre 2 anni, staziona questa signora che grazie all’aiuto di solerti cittadini ora ha anche una bella sedia a sdraio e un materasso oltre ai sacchi di vestiti, invadendo totalmente il marciapiede e forzando i passanti ad attraversare la strada. All’asilo invece, l’insediamento è più recente, ierimattina stava facendo pipì sul marciapiede proprio mentre i bimbi andavano all’asilo. Scusate, ma a me non è venuto il magone,…

  • Ti capisco benissimo Daniela. Per fortuna i miei pellegrinaggi a Milano sono sempre fugaci anche se settimanali. Però la miseria mi fa sempre male…e l’assurdo è diventare intolleranti per colpa di chi non si cura di cambiare le cose…Succede come quando assisti un malato terminale, il peso del fardello diventa più grande del dolore della perdita e si finisce per sperare che finisca…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.