il fine della settimana

il giorni che passano senza lasciare ricordi, si “ramassano” uno sull’altro e diventano anni ma i giorni che restano impressi anche nei dettagli insignificanti, sono scalini fatti...

fragole con pane

tagliavi le fragole, mettevi lo zucchero, il limone spremuto e le lasciavi sulla credenza con il piatto rovesciato sopra la ciotola. poi babbo te le metteva nel bicchiere e ci aggiungeva il vino rosso....

pedalando sul lamone

due ruote portano lontano, basta fissare la meta e pedalare. ecco, oltre la meta, che fisserete a piacere, voglio suggerirvi un percorso, un percorso bellissimo a piedi o a pedali, un percorso che a...

acqua, farina, pasta madre

e lavorare insieme, che ci conosciamo da vent’anni, ma così vicine forse mai. e ci dividiamo i compiti, tu impasti, io friggo, tu arrotoli, io lesso, tu sei a dieta, io mangio. e quella mano che...

superiori a tutto

anche al tempo che passa. abbiamo aspettato 30 anni per decidere che forse era il momento di rivederci. scuola superiore. anno 1976 la compagna di banco. la chiamo nonna e invece è madre da un anno...

insospettabili risorse

sono quelle che dimostra l’uomo che ho sposato per i suoi occhi azzurri, la sua voce profonda e per la sua chitarra risorse che non ha mai mostrato,  neanche scavando o urlando. e invece giorno...

mama

– pronto? – tanti auguri a te… – mò el za e prém dè d’merz? – non fare la furba – reeenzo, ac dè el incù? – bè mò be mò, ai ciumpès propri   il primo...

lom a mérz

calzoni lunghi e caparele, corrono i bambini per i campi di febbraio sui solchi gelidi e secchi, raccolgon sarmenti da portar nell’aia e quando si avvicinano a casa fanno a gara a chi raggiunge...

al muro

ti metterei anzi io te la infilerei proprio in quell’orello che si apre per far cagate, la bomboletta spray, che di sporcare muri sei capace, nè arte nè parte. io te lo farei pulire con la lingua...