slow&way&saturdaystorify*

lentamente ricominciare a pedalare lungo per riabituare il passo. lentamente ricominciare a farsi spazio lentamente riconnettersi al sentire desiderio di darmi soddisfazione. che gli uomini si arrangino...

degli altri e di me

non ho ricordi di famiglia nella settimana santa, se non il lavoro triplicato di mamma e il bagnarsi gli occhi il sabato allo scampanellio delle campane in festa. ma il blog, la rete, un’amica...

nome di nascita

ebro, nives, mercedes, jader, italia, iole, iones, torquato, leandro, adelfo, athos, alvidio,  jole, rosmino, efrem, bice, spedito, alvaro, olindo, domenica, medardo, ricco, igor, vladimiro, vanda…sono...

di santi e ricettari

e di passate tradizioni che io, non mi stancherò mai di dirlo, puccio come il pane nel sugo, che si insaporisce, mi condisce  e diventa straordinario. nel libro che mi gira quotidianamente per la cucina...

beati i secondi

che i primi sono destinati a restare soli (cit) e il 2.1.12 io lo festeggio come se fosse il primo. che merita celebrazioni anche solo per averci provato. tempo di bilanci si dice ovunque. di bilance...

daccapodanno

mi svegliava il suono del campanello di casa. e non aveva importanza a che ora si fosse conclusa la notte. i ragazzi arrivavano,  porta dopo porta, con il loro buon anno. i bimbi si assicuravano mance...

colazioni industriali

a riccione,  il tempo del mattino, lo abbiamo passato testando cornetti e bomboloni in bar fighetti, in pasticcerie semplici, in caffè senza arte nè voglia, sentenziando che la qualità si è fermata...

siamo nelle pesche

a sò in tal pésgh. am sò trova in tal pésgh, i ma mès in tal pésgh. lo diceva la mamma con aria contrita e uno sguardo preoccupato, quando la situazione per lei si faceva difficile. mi è ritornato in...

dall’alba al tremonti

in un paese dove la comunione di interessi fa nascere eventi che iniziano all’alba di un sabato, con ragazzi che suonano fra le balle, con giovani manovali che le caricano sui trattori, con architetti...